Collegiata di San Gregorio

 

Fu fatta costruire dal card. Evangelista Pallotta nei primi anni del '600 forse sulle stesse rovine della chiesa di San Gragorio della Vigna fondata dai Longobardi verso la fine del 700. La costruzione è a croce latina, il soffitto a capriate. Il crocifisso dell'altare maggiore richiama il tardo '500 con qualche anticipo di barocco nel volto. Buono è lo studio anatomico, sereno il viso.

interni

L'altare di legno massiccio fu donato nel 1638 dal card. Giovan Battista Pallotta e l'arciprete Carlo Benedetti nel 1690 provvide a dorarlo ed argentarlo. Ai lati dell'altare si trovano le statue di Ludovico Clodio e Varino Favorino. La cappella di sinistra conserva la Madonna del Rosario (olio su tela) con ai lati angeli e alla base i santi Francesco e Domenico. La parte superiore è di Andrea De Magistris mentre i due santi così vigorosi e lotteschi sono di Durante Nobili.
Sempre in questa cappella, gli affreschi dei Misteri del Rosario (1918) sono di Augusto Mussini (Fra Paolo). Come altre volte, il pittore si trasformò in poeta. Rappresentano uno dei pochi esempi al mondo di atre Liberty a tema religioso. Lo schema decorativo dei Misteri Dolorosi, Glaudiosi e Gloriosi è costituito da fasci di rose che, da otto antichi vasi posti a due a due alle basi degli angoli, salgono al soffitto, girano sugli archi e si riocongiungono a ghirlanda sorretta da quattro angeli e dai festoni si dilatano su un cielo luminoso frestagliato da candide nubi.

interni

Fantasia, aria, luce, fuga di angeli e putti, tonalità dal rosso al chiaro, verissimi anche se simbolici danno al lavoro " ... l'impressionae di un immenso, vaporoso pastello, importato con vivace ed impeccabile signorilità di tocchi e di armonia". I Misteri Dolorosi, in basso sullo stilobate, sono simboleggiati da un fregio di figure terrene e celesti che esprimono dolore nella tonalità rossa che richiama il sangue della passione.
     
I Misteri Gaudiosi sono simboleggiati dal giallo ove si immergono figure di angeli vaganti nel cielo sempre più incorporei. I Misteri Gloriosi sono ridati da una visione luminosa con una miriade di putti dai movimenti arditi e dai visi sorridenti che esprimono la gloria dei cieli.